logo gelsana srl perfecto

GELSANA: ALLA RICERCA DEL GELATO PERFECTO

La differenza fondamentale tra Perfecto® e gli altri gelati  risiede nel fatto che il progetto Gelsana nasce fin dall’inizio dall’incontro tra tre personalità professionali complementari tra loro che hanno dato vita alla società Gelsana.

Trait d’union è stato l’imprenditore Daniele Frasca che ha unito la grande storia professionale del maestro gelatiere Stefano Ferrara, tre coni del Gambero Rosso con la sua gelateria naturale Il Pinguino, con gli studi del dottor Flavio Di Gregorio, esperto in alimentazione e co-autore del progetto.

 

Da questa unione, dalla passione comune per la qualità, è nata Gelsana e il progetto Perfecto® che si avvale anche del supporto di un laboratorio di analisi che certifica puntualmente i valori nutrizionali e le calorie del gelato prodotto. 

La mission è tanto difficile quanto affascinante: cambiare il mondo del gelato, educando il consumatore a non accontentarsi e a cercare il prodotto “perfecto”.

Il board Gelsana

daniele-frasca-imprenditore

Daniele Frasca

Amministratore Unico

Romano, 46 anni, Daniele Frasca si è laureato in Economia e Commercio all’Università La Sapienza di Roma e ha completato il suo percorso formativo con un Master in Comunicazione e Marketing alla LUISS e un Master sulla Responsabilità Sociale e d’Impresa (RSI), promosso dalla Regione Lazio.
La sua carriera professionale è iniziata con brevi, ma significative esperienze nella comunicazione, sponsorizzazione, consulenza lato comunicazione e marketing; successivamente, ha avuto un’esperienza biennale in Confindustria occupandosi di marketing e comunicazione nel settore Turismo.
Da 15 anni svolge la professione di consulenza finanziaria.

stefano-ferrara-maestro-gelatiere

Stefano Ferrara

Responsabile Tecnico

Stefano Ferrara un gelatiere da circa 20 anni; è titolare di Pinguino Gelateria Naturale (Tre coni Gambero Rosso – Gelaterie d’Italia 2020) e responsabile tecnico di Velia Gelati.
Da circa 15 anni è impegnato nella ricerca e sperimentazione di nuovi ingredienti funzionali, quali ad esempio le fibre alimentari impiegate nella riduzione degli zuccheri aggiunti e su zuccheri naturali quali lo zucchero integrale di cocco. Il suo metodo di lavoro è frutto delle ultime ricerche scientifiche sul congelamento e sulla chimica dei sapori, al fine di ottenere un gelato di ottima texture e di grande sapore.
Negli anni ha collezionato numerosi successi come la vittoria nell’edizione 2017 edizione dello Sherbeth Festival. È stato tecnico nello sviluppo di Principessa macchina Mantecatrice nell’ anno 2018, nonché docente presso le scuole Professione Gelatiere e SIDAG negli anni 2017 e 2018.
Inoltre è consulente di Agrimontana e docente di Carpigiani Gelato University.

flavio-di-gregorio-medico

Flavio Di Gregorio

Responsabile Scientifico

Aretino di nascita (26/12/1959), si è laureato in Medicina e Chirurgia (1984), specializzato in Radiologia (1988) presso l'Università Cattolica di Roma. Lavora al Policlinico Gemelli dal 1988 con attuale qualifica di ricercatore universitario.
Dal 2004 ha iniziato un nuovo percorso medico, seguendo la sua più grande passione da sempre, la Nutrizione, approcciandola non a partire dalla dieta, bensì dagli alimenti che la compongono, seguendo i dettami della Dieta Mediterranea, conseguendo nel 2014-2016 il Master in Nutrizione 'Nutrifor'.
Titolare di FOOD AND DIET GOAL, nel 2015 ha brevettato un modo nuovo di fare Educazione Alimentare attraverso eventi di Divulgazione con Degustazione, creando il format La Cucina Conoscitiva (depositato alla SIAE), con il supporto degli Chef Luigi Ruben Gallo e Carla Teodori, con i quali si esibisce in coinvolgenti show cooking e percorsi esperienziali. La Cucina Conoscitiva segue le tre linee guida dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in fatto di prevenzione alimentare, quali riduzione di zuccheri semplici e sale aggiunti, e utilizza farine integrali o semintegrali di grani “antichi o ibridi” preesistenti al 1972.
L’obiettivo è quello di costruire collegamenti tra il mondo produttivo, gastronomico e medico, per arrivare a una selezione nutrizionale degli alimenti, rivolgendosi non solo a coloro che vivono in pieno benessere, ma anche ai soggetti oncologici, che una volta terminati i cicli terapeutici del caso, iniziano la riabilitazione al cibo.